Rss


Verso il piano triennale del turismo
Piattaforma di progettazione partecipata

22 - novembre - 2011

Il Turismo che vorrei in Liguria: dal 28 novembre online!

Scritto da Redazione | Amministratore e moderatore - Liguria


La prima piattaforma partecipativa per la progettazione dal basso del piano del turismo triennale della Regione Liguria sarà online il 28 novembre.

Operatori, enti, istituzioni ma anche cittadini e turisti potranno liberamente commentare  e fare proposte con l’obiettivo comune di  sviluppare qualità, innovazione e competitività dell’offerta turistica ligure. La partecipazione nella piattaforma “Il turismo che vorrei in Liguria” può avvenire commentando i post scritti dagli altri oppure proponendo nuovi argomenti e idee di confronto. In entrambi i casi l’iscrizione è obbligatoria: nell’apposito form bisogna fornire alcuni dati minimi (nome, cognome, mail), appartenenza a una specifica categoria di utente e di area territoriale (le province).

Una volta ottenute username e password si può scrivere direttamente nello spazio in home page il proprio contributo e vederlo pubblicato nella piattaforma. A questo punto gli altri utenti potranno commentare la vostra proposta dando vita a conversazioni e confronti in cui interverrà anche il Comitato di Redazione.

Nella sezione documenti saranno pubblicati e resi disponibili al download tutti i documenti utili a proporre temi e opinioni in linea con i temi e gli obiettivi del Piano del turismo Triennale.


6 commenti

  1. Federico Barli - Enti e istituzioni - La Spezia

    Scritto il 23 novembre 2011 - 12:12

    Lodevole iniziativa , ad oggi l emergenza sulle risorse da destinare agli uffici Iat mi impedisce di leggere con organicita’ il sistema ..

  2. Vittoria Rotini - Enti e istituzioni - Genova

    Scritto il 28 novembre 2011 - 16:38

    L’iniziativa è buona. Cosa fare per ampliarne la comunicazione? Le associazioni potrebbero organizzare incontri di operatori a livello provinciale?Occorrono i relatori competenti.

  3. Redazione - -

    Scritto il 29 novembre 2011 - 13:40

    Stiamo valutando come comunicare l’iniziativa anche mediante appositi incontri sul territorio. Pertanto ci sentiremo per concordare tali incontri.

  4. jado - Operatori turismo - Altre province

    Scritto il 9 dicembre 2011 - 23:36

    Scusate… tutto decisamente molto interessante.
    Al Dott. Berlangeri avevo già prospettato la mia idea.
    E posso esporla tranquillamente anche a voi.
    Non è necessario impazzire per cercare l’ago nel pagliaio… tanto non esiste alcun pagliaio.
    Supponete un unico sito, tipo quello della Regione, dove il navigatore della rete desidera fare una vacanza in Italia… e magari in Liguria. Pensate che cerchi quel certo ristorante, o quel locale in, oppure la pizzeria d’asporto?
    Non gliene può fregar di meno (scusate la franchezza)… forse vorrebbe vedere la parte Storica – Culturale – Architettonica – Museale etc etc.
    Sapete che tutti sanno di Genova… ma pochi conoscono via Prè?
    Quanto conoscono i parchi di Nervi e la sua meravigliosa scogliera?
    Tutti sanno di Sanremo… ma pochi conoscono San Romolo?
    Siete mai andati ad Apricale o a Valloria, e a Ballestrino… e Castelvecchio di Roccabarbena?
    Il sito deve essere leggero, piacevole… poco da leggere e molto da vedere: foto e filmati… anche degli anfratti più remoti.
    Questo vuole il turista.
    Poi che scelga un B&B o un 5 stelle è ininfluente…ormai è in “gabbia”.
    Le attività commerciali che desisdereranno essere inserite pagheranno una cifra, anche irrisoria, che potrà essere utilizzata per gli scopi più disparati: dal sociale alla retribuzione di giovani che svilupperanno e manterranno aggiornato il sito.
    Ogni Provincia dovrebbe fornire solo 3 giovani (12 persone in tutto)… a questi di affiancherà un tutor… lavoreranno di concerto per un unico scopo:
    portare TURISTI IN LIGURIA!
    ed è più facile di quanto si pensi !

  5. pierot - Operatori turismo - Imperia

    Scritto il 30 gennaio 2012 - 9:32

    azieda liguria…liguria turismo spa…e’ piu’ facile di quanto si pensi! ma quando mai begli ultimi 25 anni si e’fatto anziche’ parlato?? la ns. spa liguria o riviera dei fiori hanno un prodotto che si chiama turismo ???(la fiat oggi ha la nuova panda ..la progetta .. la produce.. la commercializza.. la vende ….) stesso discorso!!!Ma noi abbiamo progettato un prodotto??? abbiamo un prodotto>??? lo abbiamo commercializzato???? venduto????… ma come si fa con 23 enti che si occupano di turismo <?? o una stl con 46 persone??? basta non fare turismo elettorale..il gioco e' facile!!!chi non e' d'accordo ha paura di ..perdere il posto???o ha paura di perdere il "contributo" per la sagra del paese…(voti) per favore!!!!!! pierot

  6. Alessandro Giacobbe - Operatori turismo - Imperia

    Scritto il 31 gennaio 2012 - 11:39

    Cari amici, l’assunto è sensato…ma, basta un sito con il lavoro delle Province che purtroppo si apprestano ad essere declassate…però lì si possono reclutare persone adatte alla bisogna per una conoscenza puntuale del territorio… e quanto alle assunzioni di giovani paventate da jado, sappiate che gli enti pubblici adesso fanno un sacco di difficoltà per chi ha posizioni atipiche, non ha durc con partite iva e varie posizioni inps e inail, cose che non avevo neanche con la partita iva forfettaria…di conseguenza si ha difficoltà a dare lavoro…mancano i soldi…nel caso meglio sarebbe affidare ai privati, creare partnership pubblico-privato e inoltre cambiare le regole per coordinarsi con i settori di esperti del territorio. Ci sarebbe molto da dire e da fare, ma non ce lo lasciano fare. Va da sé che per me ci vorrebbero regole locali e che il Ponente ligure come zona turistica dovrebbe avere massima autonomia e dialogare con il dipartimento 06 in autonomia. Quanto poi avere 23 enti che si occupano di turismo, una stl di più di 50 persone e imbalsamata, la mancanza di progettualità con tutto quello che ne consegue… è un dato di fatto… è necessario cambiare. Grazie…

Commenta

I campi con (*) sono obbligatori.